Placeholder image















Gran Fondo Castello di Monteriggioni 2018

Distanza: 53km   Dislivello:1350m  
Scarica la traccia da qui
Analizza il tracciato qui

La gara, patrocinata dal Comune di Monteriggioni e dalla Provincia di Siena, in collaborazione con la F.C.I., prende il via all'interno della cinta muraria del Castello di Monteriggioni; il percorso di 54 km. con un dislivello di circa 1.450 mt.e si sviluppa nella Montagnola Senese, lungo i sentieri della Via Francigena.

Si esce da dentro le mura del castello andando a destra e dopo un breve tratto di trasferimento su asfalto arriviamo al piccolo borgo risalente al X° secolo di Badia Isola e oltrepassatolo, la gara sale su uno sterrato molto pedalabile (Salita di Certino) fino a Casa Giubileo. Con la seguente veloce discesa il percorso si inoltra nel bosco, in direzione Fioreta, passando dai poderi di Campomeli e Comune fino ad arrivare alle Vallecchie.

Qui si devia a sinistra (Variante Brandini Extended) ed entriamo in un tratto di single track che ci porterà fino a Casavecchia (Il Labirinto del Carrozziere) e successivamente al podere Cerbaia dove usciremo sullo sterrato in prossimità dell’Uccellatoio. Breve tratto di strada sterrata e di nuovo un tratto di single track all’inizio scorrevole per poi diventare un po’ più tecnico sul finire (Variante Berni).

Questa discesa ci porterà fino a oltrepassare la SS 2 Cassia costeggiando la tenuta di Stomennano ed arrivare al “guado”. Una breve e ripida salita ci farà da anticamera a una vista mozzafiato quando, uscendo dal bosco, ci troveremo di fronte il Castello. Transiteremo nel mezzo ad una vigna secolare dandoci l’illusione di essere arrivati alla fine del primo giro ma devieremo a destra in un single track in discesa per arrivare alla Colonna di Monteriggioni e il breve tratto di ciclabile porterà i bikers ai piedi della salita per il primo spettacolare passaggio all’interno del Castello dove si concluderà il primo giro e anche il percorso ridotto.

Il percorso lungo invece proseguirà uscendo dal Castello e questa volta andremo a sinistra per affrontare un breve e veloce single track che ci riporterà a lambire la vigna secolare ai piedi delle mura in direzione della SS2 Cassia passando dal podere Il Santo. Attraversata nuovamente la SS 2 Cassia entreremo in un sentiero che ci condurrà all’incrocio della Via Francigena all’altezza di Ponte a Rosso per poi proseguire in direzione del podere La Casella e il podere Uccellatoio.

La strada bianca ci condurrà all’inizio della salita verso Fioreta, oltrepassato nuovamente il podere, entreremo a destra in single track nel sentiero che riporterà i concorrenti al podere Vallecchie (La Variante Zanza) ma questa volta si oltrepasserà la strada di Riciano e in single track lungo l’acquedotto per transitare al Poggio di Pian del Lago.

Una brevissima salita ci porta a prendere la discesa in un single track veloce e tecnico che ci condurrà a Pian del Lago(A Palla fino a Pian del Lago) dove, percorrendo un sentiero tra due muri secolari in pietra, arriveremo ad incrociare strada di Fungaia e da qui inizia la salita più dura: quella di Fungaia di circa 5 km (Fungaia Completa), caratterizzata da tratti impegnativi per il fondo sconnesso e certe volte viscido.

Superata la metà della salita al 36° km troveremo il ristoro per poi continuare a salire verso il GPM, posto a 570 slm a poche centinaia di metri dai ruderi di Casalteri. La discesa che segue di 4 km circa di single track è piuttosto impegnativa, si alterna tra fondo compatto e sassi tipici della Montagnola Senese, richiede particolare attenzione, specialmente per le coperture.

Al termine del sigle track (da Carbonaia a Bombazza) andremo a sinistra salendo per un centinaio di metri in direzione Nagli per prendere il sentiero sigle track sulla destra in discesa (Variante Mori). All’uscita dal bosco transiteremo sulla strada bianca e in località Casa al Bosco mancheranno 10 km all’arrivo.

Abbandonata subito la strada bianca (Variante dell’Ingegnere) ci dirigeremo verso la Grotta del Chiostraccio, un breve strappo ci condurrà ad un veloce single track per arrivare al bellissimo castello del X° secolo, Castel Petraio. Qui avremo modo di recuperare un po’ di energie prima di rientrare in un sigle track che ci riporterà nuovamente a Abbadia a Isola dove mancheranno 5 km all’arrivo.

Percorrendo la Via Francigena transiteremo in Valmaggiore,raggiungendo così la penultima salita tecnica verso Ebbio (Salita di Butale) su cui si farà sentire la fatica accumulata. Alla fine della salita una strada bianca ci porterà sotto il piccolissimo borgo privato del Gallinaio e poi al Mandorlo dove la abbandoneremo, con una curva impegnativa sulla sinistra, per immetterci nell’ultimo single track della gara.

All’uscita dal bosco vedremo davanti a noi, nel suo splendore, il castello di Monteriggioni dove inizierà l’ultimo km. Oltrepassato il podere di Campassini, all’incrocio con la SS 2 Cassia ci troveremo ai piedi della salita: mancheranno ormai poche pedalate all’arrivo, sicuramente quelle più impegnative visto che ad attendere i bikers ci sarà nuovamente il duro strappo finale di 300 mt. (Salita Arrivo Castello) con una pendenza massima del 23% che riporterà, entrando da Porta Fiorentina, gli atleti all'arrivo dentro il Castello di Monteriggioni.

“Fra parentesi, i segmenti consultabili su Strava”



Thumbnail Image 1
Thumbnail Image 1